San Valentino tra leggende e abbracci

Diverse sono le leggende sul perché e come San Valentino sia il protettore di tutti gli innamorati.

Mi piace, però, tra tutte, abbracciare la tesi che Valentino sia semplicemente nato e cresciuto a Terni, città che lo vide anche diventare vescovo, ivi morì proprio il 14 Febbraio e tale giorno è diventato poi occasione della Festa della Promessa: giovani in procinto di sposarsi e coppie sposate da anni si scambiano un voto d’amore.

Da qui poi ogni paese, città, stato hanno le proprie usanze e credenze, ma una cosa è certa: è il giorno della festa degli innamorati. 

Prima del covid era l’assalto ai ristoranti di lusso e non, ai regali più disparati, a cuori di ogni foggia e materiale, ma… ai tempi del covid? 

Beh, una grande idea è di portare il tuo Valentino o la tua Valentina a pranzo (se si è in zona gialla) così da non penalizzare ulteriormente uno dei settori più in sofferenza. 

Oppure, se non ti piace, non ti convince che tu debba stare con la mascherina, non è una situazione intima, non ti senti a tuo agio, etc… allora ti propongo di sorprenderlo/a con “la colazione di San Valentino“:

  • ingredienti
  • 1. due belle tovagliette (possibilmente rosse, altrimenti va bene anche altro colore);
  • 2. cuoricini decorativi di carta o altro materiale da disporre sulla tavola
  • 3. due tazze/tazzine con relativi tovagliolo e posate
  • 4. via libera alla fantasia: biscotti, croissant, dolcetti, cookies, brunch, succhi, latte, tè, caffè
  • 5.Non dimenticare un fiore, una piantina e un piccolo pensiero.

Non importa quanto spendi, l’importante è non far passare inosservata,  anche in un momento così brutto, l’occasione di ricordare quanto importante possa essere il tuo partner.

La Chicca

Bojano (CB)

Piazza Roma, 64 - 86021

Dal Lunedi al Sabato

10.00 - 13.00
16.00 - 20.00

Chiusi la Domenica

Web site design, testi e grafica © La Chicca 2017 - Powered by: OneWebStudio

Open chat
1
Benvenuti alla chat La Chicca